Tropical Experience Travel Services - Viaggi nelle Filippine

tutti i colori delle Filippine, come li vuoi tu

 

Blog -  7 ragioni per cui viaggiare dopo i 50-60 anni è il top!

Tutti i post.png

Da anni organizziamo viaggi nelle Filippine per tutte le età. Molte persone che ci scrivono sono “senior”, ovvero persone dai 50 anni in su, un tipo di viaggiatore che si fa accompagnare in giro per il paese rimanendo soddisfatto e dando anche a noi soddisfazione. Alcuni sono nel pieno della loro carriera, altri prossimi alla pensione mentre altri ancora sono già pensionati. Quello che li accomuna è un grande entusiasmo nei confronti del mondo e la volontà di fare tante nuove esperienze.

Scopriamo da cosa deriva tutto questo entusiasmo.

1. SI HANNO PIU’ SOLDI A DISPOSIZIONE.

Per quanto ci si adatti anche alle soluzioni più semplici, è inevitabile che viaggiare costi. Poco o tanto, vicino o lontano, anche una scampagnata in giornata comunque ci costa benzina, pranzo e altro. Un senior ha magari messo via qualche soldo in più e non ha più figli a carico (o almeno non del tutto). È venuto il momento quindi di godersi un po’ dei frutti del proprio lavoro. Magari si è sempre viaggiato a budget controllato e ora è il momento per concedersi un po’ di divertimento o comfort extra!

Tramonto nelle Filippine.

2. SI HA PIU’ TEMPO LIBERO.

Aspetto meno venale ma altrettanto vero, è che per viaggiare serve tempo libero. Chi ha figli e/o fa un lavoro vincolante da questo punto di vista, sa cosa intendiamo. Quando i figli sono grandi, le vacanze le fanno per conto loro e ci si ritrova con tanto nuovo tempo libero, perfetto da impiegare in viaggi. Se poi si è in pensione, ancora meglio, si può partire (in linea generale) quando si vuole!

3. SI HA VOGLIA DI METTERSI IN GIOCO

Certamente con il passare degli anni si acquisisce esperienza e cambia la visione che si ha del mondo. Le cose che si vedono passano attraverso la consapevolezza e l’esperienza passata. Di riflesso, sono molti quelli che hanno voglia di scoprire posti esotici e fare esperienze particolari, anche fra le più avventurose e stancanti: si ha voglia di provare cose nuove e ci si vuole stupire ancora come bambini. D’altronde, il mondo è pieno di posti meravigliosi che possono regalare stupende sorprese.

Le incredibili risaie terrazzate di Banaue.

4. SI HA UNA DIVERSA VISIONE DEL FUTURO E DEGLI ANNI A VENIRE.

Inutile girarci intorno: di vita ne abbiamo una e il tempo che abbiamo è limitato. E questo vale per tutti! Se però a 20 anni abbiamo un mondo pieno di prospettive e si ha il tempo e la voglia di costruire, a 50 o 60 anni e oltre ci si vuole giustamente godere al massimo il tempo a disposizione su questo fantastico pianeta. Coscienti che è impossibile vederlo tutto, si cerca di fare tutto quello che si può.  Come Lorenzo De’ Medici ci diceva: chi vuol esser lieto sia, del doman non v’è certezza.

5. SI HANNO PIU’ AMICIZIE

Con più tempo libero, va da sé che si ha più tempo a disposizione per coltivare le proprie amicizie. Sono in molti quelli che riscoprono il piacere di fare serate con amici, di avere un gruppo sportivo, di coltivare nuovi hobby e dedicare in genere più tempo al divertimento…e ai viaggi! È il momento giusto per raccogliere i propri amici e partire!

6. A QUESTA ETA’, SEI PIU’ IN FORMA RISPETTO A QUALCHE DECENNIO FA

La vita moderna avrà pure tutti i problemi che volete rispetto al passato. Ma è un dato di fatto che la vita si è allungata molto e che si arriva a 60 e 70 anni molto più in forma rispetto a quanto poteva essere nel passato. Questo apre nuove prospettive e tanti anni a disposizione per riempire le caselle dell’elenco delle cose che si vogliono fare! Ricordiamoci che l’età è comunque abbastanza relativa: nei nostri viaggi, abbiamo avuto ultrasettantenni molto sportivi in grado di percorrere tratte avventurose che invece viaggiatori molto giovani non sono riusciti a completare o non hanno voluto prendere nemmeno in considerazione!

Zipline?

7. SAI QUELLO CHE VUOI.

A un certa età si sa quello che si vuole, quando e come. Si sono già fatti “errori” in passato facendo magari quel viaggio che non era adatto a sè stessi, con le persone sbagliate, nel posto sbagliato o nel momento sbagliato. Certo, il viaggio è sempre un’incognita (e forse è  questo proprio il bello!), ma ora è il momento di fare quello che si vuole, quando si vuole, con chi si vuole! Perchè si sa quello che si vuole.

Viaggiamo!

(scritto nel settembre 2016)