Tropical Experience Travel Services - Viaggi nelle Filippine

tutti i colori delle Filippine, come li vuoi tu

 

Blog -  Le Filippine: una delle mete più gay-friendly dell'Asia

Tutti i post.png

Una survey dello statunitense Pew Research Center pubblicata nel 2013 ci dice che il 73% dei filippini ritiene che la società dovrebbe accettare l’omosessualità. Le Filippine ancora una volta emergono come una delle destinazioni più gay friendly al mondo e probabilmente quella che più lo è in Asia. L’indagine ha incluso anche altri paesi asiatici (dal più gay-friendly a quello che lo è di meno) come Giappone, Corea del Sud, Cina, Malesia, Indonesia e Pakistan.

Boracay, White Beach (Foto di Tropical Experience).

Le Filippine sono una nazione prevalentemente e devotamente cattolica, con il 92.5% degli abitanti definiti come “Cristiani”, ma la popolazione sembra essere piuttosto abituata all’omosessualità. Omosessuali e transgender sono accettati e integrati nella società anche nelle aree rurali e di campagna. Bisogna comunque tenere in considerazione che quando ci si trova in piccole cittadine di provincia ci si trova in contesti culturali e sociali differenti dove ci si aspetta che i visitatori siano più convenzionali e discreti nelle loro azioni: si può dire che andare mano nella mano per strada con il tuo partner sarà sicuramente meno notato in aree urbane e nelle grandi città. Gay, lesbiche e transgender (questi ultimi nel Sud-Est Asiatico spesso chiamati “Ladyboy”) sono visti in modo aperto e si comportano normalmente per strada, in televisione, locali, club e anche in chiesa.

Il mare delle Filippine (Foto di Tropical Experience)

Alcuni anni fa le Filippine sono state menzionate dalla CNN come una delle migliori destinazioni gay-friendly dell’Asia, insieme al Nepal, la Thailandia e la metropoli di Shanghai,  in Cina. Sebbene una gran parte dell’Asia può ancora essere considerata conservatrice per quanto concerne tollerare e accettare differenti stili di vita, inclusi alcuni orientamenti sessuali, questi 4 paesi sembrano essere le avanguardie circa l’integrazione delle persone gay. La CNN indica le Filippine come un paese pieno di stupende spiagge e locali gay friendly, contenente alcuni fra i migliori luoghi turistici per LGBT, che non avranno così problemi a viaggiare con piacere nelle Filippine.

Bohol, Filippine (Foto di Tropical Experience).

I filippini sono peraltro generalmente noti per essere molto amichevoli e ospitali verso tutti i turisti, e non è un caso che i nostri ospiti stranieri da diverse parti del mondo li apprezzino così tanto. Quindi ancora una volta, i turisti gay sono benvenuti e ameranno sicuramente le Filippine! Le destinazioni più belle del paese, per chi non lo dovesse conoscere, le abbiamo elencato in questa pagina: clicca qui per vedere quali sono i luoghi più belli delle Filippine.

Capodanno a Manila, Filippine. Foto di Tropical Experience.

Manila, la capitale del paese, è conosciuta come la capitale gay dell’Asia. Qui si trova la comunità LGBT più attiva, con specifici ristoranti, cafè, hotel e centri wellness gay friendly, spesso di proprietà di persone della comunità stessa. Al di là dei luoghi come club e altri spazi di socializzazione, sicuramente sono imperdibili le celebrazioni del LGBT pride. Ogni dicembre c’è una coloratissima Pride Parade con migliaia di partecipanti che celebrano l’orgoglio e il progresso della comunità. Infatti il primo gay pride dell’Asia si è svolto proprio a Manila, nel giugno del 1994. Un altro evento importante, per chi è interessato, è il “White Party”, che si svolge a giugno o luglio a Malate (Manila), un dance and cocktail party che è sia una celebrazione dell’orgoglio gay che un’occasione per manifestare in favore di uguaglianza e diritti. Sempre ad Halloween, a Malate c’è invece il “Black Party”, con costumi stravaganti, drag shows, eventi di moda e giochi divertenti.

El Nido, nella provincia di Palawan (Filippine). Foto di Tropical Experience.

In ogni caso, le Filippine hanno molto da offrire ai viaggiatori appassionati che vogliono fare un tour completo e pieno: dalle innumerevoli spiagge di sabbia bianchissima, a stupende flora e fauna, dalla cucina saporita ai simpatici e sorridenti locali. Recentememente abbiamo letto anche un post molto ben fatto di due blogger (“Nomadic Boys”) dal titolo “Why is the Philippines so gay friendly?”(Perchè le Filippine sono così gay-friendly), che parlano della loro esperienza di viaggio nelle Filippine e intervistano alcuni locali appartenenti alla comunità LGBT.

Le famose Chocolate Hills, a Bohol (Filippine). Foto: Tropical Experience Travel Services.

Che tu venga nelle Filippine per i paesaggi, per lo shopping, per il cibo, per avventure, sport o qualsiasi cosa che ti piaccia, di sicuro non avrai tempo per annoiarti! Abbiamo un sacco di avventura, natura, e cultura da offrire! Che tu sia gay o no, che tu viaggi da solo o con il tuo partner, in famiglia o in gruppo, le Filippine sono certamente la destinazione perfetta per te!

(scritto nell'agosto 2015)